"Gramigna" è un film di grande valore socio culturale, nato con l’obiettivo di portarlo in tutte le scuole a scopo educativo e culturale.
Un film che prende i giovani per mano e li guida, senza ipocrisia, senza filtri o menzogne, nelle tenebre del male - un male che rende l’esistenza stessa una galera - indispensabile per farli poi riemergere nella luce, di un riscatto possibile per tutti.

Un riscatto che genera libertà e regala così possibilità di: osare, ribellarsi, cambiare, fare, sognare, in una terra dove spesso i sogni restano intrappolati nell’adolescenza e si tramutano poi in rabbia, disillusione e rassegnazione.

Una frase storica e molto significativa di un film diretto dal maestro Francesco Rosy, diceva: "I personaggi e i fatti qui narrati sono immaginari è autentica, invece, la realtà sociale e ambientale che li produce". Il film era "Le mani sulla Città", film d’impegno civile che, ancora oggi, è un capolavoro sociale, uno strumento atto a migliorare il nostro approccio "alla vita e alla nostra terra". "Gramigna" invece, è la testimonianza di una realtà tangibile, perchè si può osare per cambiare e vincere il male.

Sebastiano Rizzo

 

 

curriculum del regista Sebastiano Rizzo

Sebastiano Rizzo è regista ed attore. È presente nel cast della fiction "Le mani dentro la città" di Alessandro Angelini (prodotta dalla Taodue lm), dove recita accanto a Marco Rossetti, Simona Cavallari, Giuseppe Zeno ed anche Ninni Bruschetta. Dopo aver studiato acting coach con Bernard Hiller, poi con Francesca Viscardi, la carriera di Rizzo inizia proprio come attore di teatro, dove esordisce nel 1999 con “Fonopoli: parole in movimento” di L. De Feo. Nel 2011 si realizza il suo esordio alla regia con “Il paradiso può aspettare”, primo spettacolo teatrale per non udenti (in scena tra il 2011 e il 2012 al Teatro Manzoni di Milano, al Brancaccio di Roma e allo Stabile di Genova).

Formazione Professionale

- Studio del Metodo con B. Hiller Acting Coach (Los Angeles)
- Studio del Metodo (Lee Strasberg) con F. Viscardi
- Corsi di canto al Conservatorio di Bolzano
- Corsi di recitazione cinematografica presso la scuola sperimentale di Cinecittà in Roma
- Corso di dizione con L. Iacobbi
- Conoscenza lingue: francese, tedesco

Riconoscimenti

* Premio Nazionale “BRONZI di RIACE 2012” XI Edizione
* Premio Internazionale “KOUROS 2014” per “Cultura e Legalità”
* Premio “CIAK DI CALABRIA” Mendicino 2014
* Ambasciatore “CINEMA e CULTURA” per la COSTA DʼAVORIO”
Novembre 2014
* Premio diploma di “ACCADEMICA HONORIS CAUSA” nuovi problemi e nuove sfide
Diamante 2015
Esperienze Professionali:

Regie:
- 2014 -“NOMI E COGNOMI” il Film con Enrico Lo Verso, Maria Grazia Cucinotta, Marco Rossetti, Ninni Bruschetta, Dino Abbrescia ….
- 2013 -“PASSA LA BANDA” VIDEO CLIP di Beppe Giuffrida”
- 2013 -“BONSAI, NATURA A MISURA DʼUOMO” DOCUMENTARIO
- 2013 -“TRA SPIRITUALITA E TRADIZIONE “ DOCUMENTARIO
- 2013 -“UNA VOLTA CHE NON SARAʼ MAI” VIDEO CLIP di Roberta Giallo
- 2013 -“IL REGNO DEI SANTI PIETRO E PAOLO” DOCUMENTARIO
- 2012 -“LA RICOTTA E IL CAFFE” CORTOMENTRAGGIO con Luca Ward e Barbara Tabita
Premio Agave di Cristallo Pietrasanta 2014
Premio Festival Internazionale di Taormina 2013
Premio Miglior Regia Festival di Tropea 2013
Premio della Critica festival di Mendicino 2013
Premio Valore sul Lavoro festival TSN 2013

Attore Cinema:
- "Un uomo per bene" regia di M. Zaccaro
VIDEO MUSICALE:
- “Per Sempre” di LIGABUE

Attore Fiction:
- “Le Mani Dentro La Città” regia Alessandro Angelini
- "Ris 7 (RisRoma2)" regia di F. Miccichè
- "Capri 3" regia di F. Marra, D. Acocella
- "Distretto di polizia 9" regia di A. Ferrari
- "Squadra antimafia 2" regia di B. Catena, G. Martelli
- "Un posto al sole" XIII Serie - RAI TRE
- "Ris 5" regia di F. Tagliavia
- "Il cielo può attendere" regia di B. Gaburro
- "Distretto di polizia 5" regia di L. Gaudino
- "Il Commissario Sonetti" regia di R. Donna
- "Ultimo III" regia di M. Soavi
- "Incantesimo 6" regia di T. Shermann
- "Distretto di polizia 3" regia di M. Vullo
- "Don Matteo" regia di A. Barzini
- "Chiaro scuro" regia di T. Shermann
- "Distretto di polizia" regia di R. De Maria
- "La uno bianca" regia di M. Soavi
- "Una donna per amico" regia di A. Manni
- "Lui & Lei" regia di E. Lodoli
- "Gioco di ruolo" regia di A. Angeli
- "Mini fiction" (in diretta dal festival Di San Remo. 5 puntate) - TMC2
- "Ultimo II" regia di M. Soavi
- "Cristallo di Rocca" regia di M. Zaccaro

Attore Cortometraggi:
"Tra moglie e marito" regia di M. Conte

Televisione:
- "Decameron" regia di F. De Rosa - LA7
- "Radio sex" LA7
- "Camera cafè" regia di C. Sancez
- "Dietro le quinte JSF" RAI UNO

Teatro:
- "Il Paradiso può aspettare" regia di S.Rizzo
- "Ora d'aria" regia di E. Lamanna
- "Il mercante di Venezia" regia di F. Tatulli
- "Romeo e Giulietta" regia di N. Anselmo
- "Il paradiso può aspettare" regia di M. La Rana
- "Benignus in dolentes" regia di L. Cognatti
- "Gli orfani" regia di G. Ielo
- "Il tartufo" con Flavio Bucci, regia di N. Dogana
- "I farsi commedianti" regia di F. Meroni
- "L'orgasmo della mia migliore amica" regia di M. Milazzo
- "Chi lavora fa la giobbà" regia di V. Baffoni
- "Le formiche" (A. Nicolay), regia di S. Bosi
- "I promessi sposi" regia di G. Tardoni
- "Goodmorning Betlemme" regia di L. De Feo
- "Gamberetti fritti piccanti" regia di M. Colucci
- "Amlet skinhead" regia di P. Contempo
- "Tutti e due insieme... o uno per volta" regia di A. Arcidiacono
- "Se son rose pungeranno" regia di C. Pavoni
- "Fonopoli: parole in movimento" regia di L. De Feo

Pubblicità:
- "Ministero dell'Università e della Ricerca" regia di Ricky Tognazzi - 2007
- "Nuova Lancia Y" - 2002

 

CAST

Gianluca di Gennaro
Teresa Saponangelo
Biagio Izzo
Enrico Lo Verso
Gianni Ferreri
Ernesto Mahieux
Mario Porfito
Antonio Tallura
Nicola Graziano
Titti Cerrone
Anna Capasso
Ciro Petrone
.
.
.
.
.
.

 

Troupe
PRODUZIONE

Produttore Esecutivo: Alfonso Santoro
Organizzatore Generale: Davide Tovi
Direttore di Produzione: Giuseppe Manzi
Ispettore di Produzione: PierPaolo Di Rosa
Coordinatrice di Produzione: Federica Nardelli
Segret. di Produzione: Sara Peluso
Segretaria Klanmovie: Daniela Ragozzino
Ufficio stampa Klanmovie: Ignazio Riccio

Aiuto Segret. di Produzione: Gianmario Ferrucci
Aiuto Segret. di Produzione: Giuseppe D'Angelo
Aiuto Segret. di Prod. Volont.: Angelo Antonio Pezone

AMMINISTRAZIONE

Amministrazione Klanmovie: Vincenzo Pezone
Amministrazione Roma: Valerio Venanzoni
Cassiere: Antonella Curcio

REGIA

Regista: Sebastiano Rizzo
Aiuto Regia: Alessandro Stellari
Ass. alla Regia: Stefano Farina
Ass. alla Regia: Antonella Manna
Segretaria di edizione: Valentina Scuro
AOSM Minori Roma: Silvia degli Espinosa
AOSM Minori Campania: Marianna De Martino

FOTOGRAFIA

Direttore della fotografia: Timoty Aliprandi
Operatore: Roberto De Franceschi
Ass. Operatore: Thomas Giurato
A.to Operatore: Euglen Sota
Data Manager: Umberto Bendini
Video Assist: Alessandro Calamo
Backstage: Francesco Lecce
Fotografo di scena: Francesco Paparo

SCENOGRAFIA

Scenografo: Mauro Paradiso
Ass. scenografo: Alessandro Tomassetti
Attrezzista di preparazione: Giuseppe Carbone
Attrezzista di scena: Jerry Cucco

SUONO

Fonico: Mario Iaquone
Microfonista: Alberto Battocchi

COSTUMI

Costumista: Valentina Mezzani
Ass. Costumi: Monica Vignati
A.to Costumi: Valentina Salerno
Sarta: Pina Muti

TRUCCO

Capo Truccatore: Massimo Toppi
Truccatore: Paolo Napoli

ACCONCIATURE

Capo Parrucchiere: Luigi Estatico
Parrucchiere: Laura Marzocchella

ELETTRICISTI

Caposquadra elettricisti: Ignazio Empoli
Elettricista: Massimo Di Domenico

MACCHINISTI

Caposquadra macchinisti: Riccardo Serravalli
Macchinista: Mauro Misino
Macchinista: Gianvito Cerrone
Macchinista: Riccardo Serravalli

AUTISTI

Gruppista: Fabio Di Michele
Autista Macchinisti: Gianluca Rosetta - Gheorghita Ion

EFFETTI SPECIALI

SFX: Renato Agostini

MONTAGGIO

Montatore: Letizia Caudullo
Ass Montaggio: Federica Forcesi

 

 

GRAMIGNA... PERCHE'

 

Negli ultimi 10 anni molti dei progetti audiovisivi sono stati realizzati evidenziando una realtà del nostro Paese che ha come protagonista il male. Se si pensa a come i giovani subiscono il fascino del male, a come vengano attratti in maniera quasi naturale dal messaggio di "forza" e "potere" che il male manda loro, allora si capisce come sia quasi necessario deviare la rotta su un messaggio che va da tutt'altra parte. Da qui nasce l'idea di "Gramigna", dalla convinzione che i giovani debbano avere anche la speranza che il male possa avere un'alternativa - che è il bene - e questo bene non deve essere fine a se stesso, anzi… una sorta di catena di montaggio che diviene riscatto di un’intera terra, di generazioni.


A metterci la faccia è Luigi di Cicco, che con generosa umanità racconta la sua esperienza di bambino vissuto nel "male". Con coraggio ci confida la sua continua lotta interiore per sfuggire alle tentazioni; di come abbia dovuto toccare il fondo per poter riemergere; di come l'amore lo abbia salvato: quello della madre, una donna che ha sacrificato la sua vita, ma che ha lottato come una leonessa per tenere lontano il figlio da una strada senza uscita. Un film che racconta, dunque, tenebre e luce di un vissuto; la capacità che l’uomo ha di sfuggire al suo stesso destino e fare della propria vita un esempio da seguire.

 

SINOSSI


"Gramigna" narra la storia di un ragazzino, Luigi, figlio di Diego, uno dei più potenti boss della malavita Campana, che ancora oggi sta scontando l’ergastolo e che Luigi ha visto solo in galera. Luigi è costretto a fare i conti costantemente con una realtà che si divide tra bene e male e conteso tra "tentatori" (ricchi e persuasivi malavitosi) e "angeli custodi" (la madre Anna e Vittorio, l'amato allenatore di calcio). Gli insegnamenti del padre che, contrariamente a quanto potrebbe o dovrebbe avvenire, mettono in guardia il figlio dai rischi del malaffare, dalla pericolosità di cedere alle provocazioni e inoltre lo sprona a studiare e a lavorare, facendogli capire il valore della famiglia, della serenità e, soprattutto, della libertà.

Ma il senso d’impotenza che Luigi prova ogni qual volta assiste all'umiliazione dei commercianti della sua terra da parte della malavita, fa crescere il lui un desiderio di riscatto per quella gente e quella terra. Così, crescendo e lottando dolorosamente contro se stesso, vivendo costantemente in uno stato di profonda solitudine e rabbia ed emergendo da uno stato di profonda depressione, riuscirà a risorgere e a estirpare dalla sua mente, come una Gramigna appunto, ogni forma di tentazione che potrebbe costargli quella libertà che conquisterà a sue spese, sperimentando il dolore e l’umiliazione del carcere: nulla può essere barattato se non con la stessa libertà.

Grazie, quindi, alla sua grande voglia di riscatto, diventerà un commerciante e si dedicherà con grande entusiasmo al civile, in particolare la sua attenzione è rivolta a quei commercianti che, più volte, aveva visto umiliati e feriti non solo nel corpo ma anche nella dignità, dalla sua stessa famiglia. Finalmente potrà fare qualcosa per loro, potrà lottare insieme a loro, contro la criminalità. Ma non solo: lottare per il riscatto dei ragazzi del Sud, difendere quella bella terra "sfregiata" che resiste al potere della malavita, sperando che la sua storia possa essere da esempio ai tanti giovani, che sognano di estirpare, come lui, la gramigna dal loro "status" per diventare uomini migliori.



Strategia promozionale del film

 

La Klanmovie s.r.l nasce con l’obiettivo di realizzare prodotti audiovisivi finalizzati principalmente ai giovani, con messaggi fortemente educativi, pertanto, oltre a voler esaltare il valore artistico e cinematografico del film che andrà a realizzare, darà forte risalto al valore etico, sociale e culturale dei contenuti. Per questo la Klanmovie ha pianificato una promozione del film più ampia di quella normalmente utilizzata dalle produzioni: IL FILM VERRÀ PROMOSSO ATTRAVERSO UN TOUR NELLE SCUOLE E UNIVERSITÀ ITALIANE, "Gramigna" diventerà così un amplificatore di educazione contro le mafie, sfruttando un mezzo di comunicazione per eccellenza come il cinema. La Klanmovie sta, inoltre, collaborando con alcune associazioni antimafia presenti sul territorio con l’obiettivo comune di portare forti testimonianze al fine di educare, motivare e incentivare i giovani contro le mafie.

 

Promozione e tour
in programma 2016/17


Le riprese finiranno a dicembre 2015 e il film sarà pronto entro maggio 2016. Presentazione ufficiale del film con conferenza stampa nei luoghi delle riprese con la presenza del cast. Tour estivo promozionale in molte località di mare tra maggio e agosto 2016 di tutta Italia con presenza del cast. Presentazione del film nei maggiori festival nazionali e internazionali. Ad ogni presentazione o promozione del film, saranno distribuite delle brochure informative sulla tematica della pellicola. Tour nelle scuole e università italiane con l’intervento del cast e l’intervento delle maggiori istituzioni e associazioni che da tempo lottano per un'educazione contro le mafie. Anteprima del film nelle maggiori città italiane prima dell'uscita nelle sale.



Distribuzione Italiana

CINEMA: Klanmovie e una distribuzione nazionale saranno promotori del film nella stagione 2016/17.

SCUOLE: L’Unicef Italia inserirà questo film nel proprio catalogo 2016/17 indirizzato a 22.000 scuole e promuoverà la tematica dell’educazione alla legalità come tema prioritario da diffondere e approfondire con i ragazzi dei vari cicli scolastici.

PAY TV: Finito il percorso educativo nelle scuole e terminato il tour nelle sale cinematografiche, il film sarà proiettato potenzialmente nei canali a pagamento. ANTENNA FREE (RAI E MEDIASET): la Klanmovie è in trattativa, considerato il forte interesse in merito al tema educativo del film, per trasmettere in prima serata il film sulle reti nazionali nelle stagioni successive alle uscite cinematografiche e Pay tv.

Distribuzione Estero

Klanmovie sta promuovendo la vendita all’estero.



Partner

L’Unicef Italia sostiene il progetto del film Gramigna per il forte impegno sul tema dell’educazione alla legalità tra le giovani generazioni.



Coproduzioni

Klanmovie sta chiudendo collaborazioni in partnership e coproduzioni con diverse produzioni ed enti interessati al progetto Gramigna, sia nazionali che internazionali.